Giugno 15, 2024
Come scegliere il colore giusto per le betonelle del tuo cortile

Come scegliere il colore giusto per le betonelle del tuo cortile

I cortili ed i giardini di casa sono spazi che in estate vengono utilizzati molto. Arredarli con stile e in modo funzionale, è oggi molto più facile grazie alle varie possibilità di arredi, colori e finiture presenti sul mercato.

In questo articolo vogliamo concentrarci sull’aspetto estetico, nonché sui colori giusti per la scelta delle pavimentazioni da esterno, in particolare sulla scelta degli autobloccanti drenanti per cortili (chiamati anche più comunemente “betonelle”) i classici blocchetti in cemento o pietra, utilizzati per creare pavimenti da esterno in cortili, vialetti e giardini.

Scegliere il colore giusto per le betonelle del cortile è un passo importante per ottenere un risultato estetico, armonioso e soddisfacente. Vediamo alcuni consigli per aiutarti a fare la scelta migliore.

Considera lo stile della tua casa: architettura e colori delle facciate

Dopo aver scelto la tipologia di betonella più funzionale alle tue esigenze ad al tuo ambiente, lo step successivo è quello della scelta del colore, forse il momento più divertente.

Osserva lo stile architettonico della tua casa: per un look classico, potresti optare per colori tradizionali, largamente utilizzati nei cortili esterni, come il rosso mattone o il grigio.

Puoi giocare con geometrie e colori particolari non hai vincoli e vuoi dar sfogo alla creatività, magari riprendendo lo stesso motivo sulle facciate se stai costruendo la tua casa da zero o se la stai ristrutturando.

Se possiedi invece una casa più moderna, di recente costruzione, puoi optare per tonalità più contemporanee come il nero, il bianco o il grigio scuro.

Ti segnaliamo che esistono anche dei pavimenti autobloccanti per giardini che si rivelano molto spesso una soluzione vincente anche per il tuo spazio verde.

Ancora, è bene considerare due elementi: il primo, i materiali esistenti delle facciate (rivestimenti) come mattoni, pietra o mattonelle.  Le betonelle dovrebbero essere un completamento di questi elementi, senza creare un distacco netto. L’armonia nella continuità fra materiali regala infatti un look impeccabile ed ordinato allo spazio esterno.

Considerare l’ambiente in cui si vive

Se non si vuole stonare con l’ambiente circostante, rischiando di diventare l’edificio più stonante del vicinato, è bene anche considerare anche l’ambiente in cui si vive.

A meno che non viviamo in completa solitudine con poche case sparse intorno, è bene anche accostarsi ai colori dei nostri vicini, per creare armonia paesaggistica. In alcuni casi, potrebbe essere anche richiesto dai comuni di residenza, di attenersi ad alcuni colori per la scelta delle facciate e delle finiture.

Se invece viviamo in una zona abbastanza isolata e non siamo obbligati da vincoli paesaggistici comunali, possiamo optare per la scelta di colori che richiamino il paesaggio naturale.

Ad esempio, se vivi in un ambiente marino, colori sabbiosi o i blu possono essere appropriati.

Ancora, se possiedi un giardino ricco di vegetazione, colori naturali come il verde, il marrone o il beige possono integrarsi bene con l’ambiente.

Regole generali per l’arredamento: dimensioni dello spazio

Infine, come ultimo consiglio, resta quello di affidarsi alle regole generali che si usano anche per arredare gli interni. Gli architetti ed i designer concordano nell’utilizzo di materiali chiari e luminosi, nei toni dei beige, ad esempio, quando si tratta di arredare spazi piccoli. Se possiedi un piccolo cortile poco esposto al sole, ad esempio, scegli colori chiari e materiali che riflettano la luce, senza appesantire l’ambiente. Al contrario, se possiedi ampi spazi, puoi optare per colori più scuri come il grigio antracite.