Giugno 15, 2024
Come prendersi cura del giardino: trucchi e consigli per l’estate

Come prendersi cura del giardino: trucchi e consigli per l’estate

Avere un giardino curato può essere molto impegnativo, ma con qualche consiglio e qualche trucco mirato, è possibile sfoggiare un prato e delle piante perfette nei mesi estivi.

Sicuramente, quello che è importante tenere a mente, è che non si può prescindere dalla preparazione adeguata fornita alle piante durante i mesi freddi, per poter ottenere il giardino perfetto in estate.

Diamo un’occhiata a qualche consiglio da mettere in pratica da subito!

Irrigazione adeguata: mantenere il prato umido, ma senza esagerare

L’irrigazione adeguata è la base di ogni giardino che si rispetti.

L’innaffiatura mattutina è sicuramente la più importante.

Innaffia le tue piante ed il tuo prato al mattino presto, per ridurre l’evaporazione dell’acqua e dare alle piante il tempo di assorbire l’umidità prima che il sole diventi troppo forte.

Questo perché, quando il sole è tanto forte, le piante sono soggette a scottature. Le gocce d’acqua, fungendo da amplificatore solare, attirano i raggi solari e agendo come uno specchio, diventano zone di bruciatura per i tessuti vegetali.

Inoltre, il sole caldo, fa evaporare l’acqua molto rapidamente, pertanto le piante non la assorbirebbero.

Annaffiare le piante di prima mattina in estate, è una buona prassi per evitare l’indebolimento delle foglie e degli steli e preparare le piante ad affrontare il grande caldo delle ore centrali della giornata.

Ancora, puoi bagnare il prato e le piante alla sera, qualche ora dopo il tramonto, quando l’aria è più fresca e le piante iniziano a liberare umidità.

Andando ad irrigare durate queste ore, sopperirai alla perdita d’acqua che queste hanno subito durante il giorno, reidratandole e permettendogli di approvvigionare acqua per il giorno seguente.

Innaffiare in profondità e non durante le ore più calde è poi importante per un altro motivo: l’evaporazione dell’acqua non permetterebbe di idratare le radici più profonde, costringendo le piante a mettere radici più superficiali. Le specie vegetali sono intelligenti quanto quelle animali e proprio come esse si adattano al proprio ambiente.

Se l’acqua non viene distribuita uniformemente in profondità, le piante metteranno radici superficiali che alla prima siccità sarebbero destinate a perire.

Se non riesci ad idratare il terreno in profondità, puoi servirti di un sistema di irrigazione studiato. Questo ha sicuramente un costo, ma ne vale la pena per ottenere un orato invidiabile!

Infine, l’ultimo fattore da considerare, è quello della giusta quantità d’acqua. Anche per questa esigenza, un impianto di irrigazione può fare al caso tuo, distribuendo la giusta dose d’acqua alle tue piante ed al tuo prato, nelle giuste ore della giornata.

Protezione dalle malattie e manutenzione

Oltre all’annaffiatura, la potatura è sicuramente il momento principale durante il quale ci prendiamo cura delle nostre piante.

Taglia il prato regolarmente, ma non troppo corto, per evitare che si secchi. Lascia l’erba a un’altezza di circa 5-7 cm.

Importante poi sapere quando tagliare. Non è sempre infatti consigliabile farlo, ma esistono momenti della giornata più adatti e altri meno.

Evita la mattina presto o la sera quando l’erba è molto umida. Questo salva le piante da molteplici malattie legate a parassiti e funghi.

Quando l’erba viene tagliata infatti, libera clorofilla. Si tratta di una ferita vera e propria per la pianta, pertanto nei momenti successivi, questa potrebbe essere esposta a malattie fungine che la farebbero seccare.

Per proteggere quindi il prato durante il taglio e le piante durante la potatura è bene non ci sia troppa umidità atmosferica. Preferire quindi momenti più caldi e secchi.

Utilizza infine prodotti specifici per la cura delle tue piante. Puoi ad esempio utilizzare il Piretro, un estratto naturale del Crisantemo, utilizzato come fitoterapico e antirepellente, per allontanare diversi tipi di animaletti, quali ad esempio, le famigerate processionarie, vere e proprie mangiatrici di piante, pericolose anche per gli animali domestici quali cani e gatti in primis.

Esistono anche prodotti naturali fai da te che svolgono funzioni antirepellenti per animali ed insetti che tendono ad uscire con il caldo, come gli scarafaggi.

Scegli diserbanti (ne esistono anche di non troppo chimici) per tenere lontane erbe infestanti che in estate potrebbero replicarsi con facilità mettendo a dura prova il nutrimento e l’idratazione delle tue piante da giardino o delle piante in vaso.

Puoi scegliere infine un servizio di manutenzione del giardino proposto da quadrifogliogarden.it per ottenere una consulenza mirata per il tuo giardino ed evitare di incappare in errori, soprattutto se sei alle prime armi.