Rimedi naturali per i disturbi d’amore

Rimedi naturali per i disturbi d'amoreIn una coppia, a volte capita di incontrare dei problemi una volta sotto la coperta. Per far fronte ad una diminuzione della libido o, al contrario, ad un desiderio schiacciante, esistono rimedi naturali. Jacques Labescat, erborista e osteopata, ci offre soluzioni nel suo libro “Les plantes du Plaisir”.

Ricordate che gli integratori da noi raccomandati per migliorare le prestazioni sessuali si basano su ingredienti naturali.

Il tribolo

Conosciuta anche come “Croce di Malta”, questa pianta indiana con i suoi fiori giallo oro funge da viagra verde sia per gli uomini che per le donne. Oltre a stimolare la produzione dell’ormone responsabile della libido, il tribolo è interessante anche quando si tratta di recupero dopo uno sforzo. Abbasserebbe anche il colesterolo e i livelli di zucchero nel sangue!

Uso: bollire un cucchiaio di tribolo per 5 minuti e poi infondere per 10 minuti. Tutto quello che devi fare è consumare da 2 a 3 tazze al giorno. Si tenga presente che questa pianta è disponibile anche sotto forma di capsule o come estratto fluido. Per un recupero completo, c’è anche una cura di 20-30 giorni in media.

Il saggio

Una volta consumato dal Re Sole, la salvia permette di trovare nel letto alcuni degli ardore speso a tavola. Questa pianta, molto ricca di ormoni, stimola fortemente le ghiandole (soprattutto le ghiandole surrenali) a tal punto che la sua azione può talvolta diventare tossica.

Uso: 20 g di fiori e foglie immersi per 10 minuti in 1 litro d’acqua bollente, prendere 3 tazze al giorno. Bagno alla salvia per rilassarsi: bollire 100g di fiori e foglie in 2l di acqua per 10 minuti. Lasciare in infusione per altri 10 minuti e poi aggiungere all’acqua del bagno.

Ginseng

La “radice umana” o ginseng è stato conosciuto e riconosciuto per secoli come un eccellente stimolante. L’insufficienza sessuale, bassa libido, se il gingseng tratta problemi sessuali, è anche usato per ridurre i livelli di colesterolo e rafforzare le difese naturali.

Uso: lasciare in infusione 3 g di radice finemente tritata in 50 cl di acqua bollente per 10-15 minuti. È inoltre possibile utilizzare la tintura madre Panax ginseng a un tasso di 50 gocce al mattino e a mezzogiorno per 1 o 2 settimane.

Il nasturzio

Il Fiore dell’Amore proviene dal Perù. E ‘amato per le sue proprietà pepate e solforose, noto per migliorare le prestazioni sessuali. Si consuma anche per rinforzare le gengive o in giardino, piantato ai piedi delle rose per tenere lontani gli afidi.

Uso: Infondere 1 cucchiaino di foglie e fiori per 5 minuti in 1 tazza di acqua bollente. Bere da 2 a 3 tazze al giorno per 7-10 giorni. Si può gustare anche in insalate, esalta il gusto di lattuga romana, scarlatto e altre lattughe.

La piantaggine

Nel Medioevo, la piantaggine doveva curare quasi tutto. Shakespeare lo cita in molti dei suoi giochi come agente curativo universale. Antiallergico, antibatterico, antiallergico, questa pianta è ben nota ai residenti rurali che la applicano come cataplasma su una ferita per accelerare la guarigione.

Uso: in infusione rapida, mettere 10g di foglie 10 minuti in 100g di acqua bollente, prendere 3 tazze al giorno fino a quando l’infezione ginecologica scompare. Si possono anche mangiare le foglie in insalata, per sentirsi più leggeri dopo i piaceri della tavola.

Erba di San Giovanni

Quando le foglie di iperico di San Giovanni si sgualciscono, c’è un odore di incenso. Se la pianta regola il sonno rilassando i nervi, energizza soprattutto le donne fredde e gli uomini impotenti, dando loro energia. E’ anche un vero e proprio “antidepressivo verde” che permette di riavviare le funzioni dormienti quando prevale il blues.

Uso: infondere 10 g di pianta in 100 ml di acqua bollente per 10 minuti, prendere una tazza due volte al giorno per 1 o 2 settimane. Può essere utilizzato anche come tintura madre di Hypericum perforatum perforatum con 50 gocce al mattino e alla sera.

L’angelica

Vero e proprio “dono degli angeli”, l’angelica è una pianta che restituisce tono ed energia quando il morale è alto ma il corpo è stanco. Se l’angelica aiuta a migliorare la libido, viene utilizzata anche per la sua azione anti-invecchiamento o per ridurre la tensione nervosa.

Uso: mettere 40 g di foglie e fiori freschi in 1 litro di acqua bollente e lasciare in infusione per 10 minuti fuori dal fuoco, bere da 2 a 3 tazze al giorno. Si può anche preparare un olio per un massaggio afrodisiaco: in 1 litro di olio d’oliva, macerare 30 g di radice tagliata a pezzi per 7 giorni e filtrare.

Luppolo

Un potente ormone naturale, luppolo o sarsaparilla è un notevole stimolante della funzione ovarica nelle donne e un formidabile anafrodisiaco negli uomini. La raccolta di questo vitigno non è priva di effetti collaterali e ha conseguenze diverse a seconda del sesso del raccoglitore. In ogni caso, i salti calmi e sonnolenti.

Uso: per stimolare le ovaie: infondere 20 g di coni secchi e sbriciolati per 10 minuti in 1 litro di acqua bollente, prendere un bicchiere, 3 volte al giorno per 7 giorni. Per calmare l’ipereccitazione, prendere 1 capsula mattina e sera di Elusanes de houblon come cura più o meno breve secondo le indicazioni già considerate.

La grande genziana

Se aiuta a digerire meglio le difficoltà, sia fisiche che psicologiche, la genziana dà una bella forma quando il corpo sembra rilassarsi. Stimolante sessuale, ma anche antireumatico, la genziana combatte efficacemente l’anemia e la fatica. Associato all’erba di San Giovanni, ne esalta le proprietà antidepressive.

Uso: bollire in 1 litro d’acqua, 30 g di radice tritata finemente per 10 minuti, poi infondere per 12 ore. Bere una tazza prima di ogni pasto. Per un bagno afrodisiaco, utilizzare l’infusione, ma due volte più concentrato, quindi filtrare e miscelare con acqua calda. Le donne che allattano stanno attente!

Lo zenzero

Significato di “virilità” in cinese, lo zenzero è la base di molte preparazioni afrodisiache in tutto il mondo. Se la spezia potente è un notevole stimolante del sistema genitale, migliora anche la circolazione delle estremità. Protegge il tratto digestivo, il fegato e lo stomaco e tratta le ulcere……..

Uso: bollire 8 g di rizoma in 1/2l di acqua per 5 minuti e poi infondere per 15 minuti. Bere 2 tazze al giorno. Per fare un elisir afrodisiaco: macerare 200 g di radice di zenzero tagliata in piccoli pezzi con 1 litro di champagne, per 12 ore in un barattolo chiuso ermeticamente. Filtrare e chiudere bene la bottiglia. Bere 1 bicchierino al giorno, secondo i suoi desideri e le sue esigenze, ma attenzione, sempre con moderazione. Le donne incinte non sono ammesse!